Limbranauta è stato qui di G. Silvestri
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Limbranauta è stato qui
  • Autore: G. Silvestri
  • Data di uscita:2018
  • Pagine: 100
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788827841754
{DATI_FINE}
CARTACEO
€10,00 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
Vuoi riceverlo Lunedì 01 luglio? Ordina subito
{DESC} Una raccolta di brevi pezzi umoristici e poesie che hanno in comune un uso del linguaggio che ne mette alla prova la resistenza avventurandosi in campi poco battuti o inesplorati quali quelli dell'espressione dialettale, del vernacolo autentico o simulato, dell'errore grammaticale o sintattico reso regola espressiva. I temi toccati spaziano dal commento di eventi contemporanei alla riflessione intimista, dalla satira gnoseologica alla contemplazione del reale nelle sue quotidiane epifanie. Forma espressiva e significato vanno di pari passo tra le righe scambiandosi i ruoli, talvolta giungendo alla completa identificazione.
 
Questo libro ha ottenuto N. 4 recensioni dai nostri lettori
Kai Ortolani - agosto 25, 2018
Bellissimo. Da leggere e rileggere fino alla nausea, da proporre e riproporre a parenti ed amici fino alla loro nausea e ancora alla propria. Ma la nausea non arriva mai, quindi va letto, proposto e riproposto all'infinito.

Giulia Meneghetti - agosto 23, 2018
Un viaggio tra il sospeso ed il non so fra neologismi, Aiku, satira politico sociale ed il lessico familiare di una comunità di amici che sopravvivono in una città indecisa fra l'essere decadente e l'ennesima svendita Ikea.Brani coraggiosi in cui viene dissacrato anche il mito, musicale e letterario, posto a confronto con una realtà che lo rende più umano attraverso esercizi di sottile ironia. Un libro da leggere con calma in cui ogni singola parola é permeata da differenti chiavi di lettura. Consigliatissimo!
Davide Silvestri Silvestri - agosto 22, 2018
Più che un libro è una partita di ping pong,una gara tra scrittori, un tirare la corda finchè si spezza. Ma, sotto, il rumore di un motore profondo che trita la pigrizia, l'abusivismo mentale, il calarsi le braghe senza che neanche te lo chiedano. Si capisce subito che c'è qualcosa di rotto, in questo libro. C'è una frattura netta. Ha la forma di un libro, Limbranauta, ma non lo è. È quello che i nostri nipoti leggeranno: Limbranauta, inteso come assurdità stampata, è il futuro della letteratura.
Dario Meneghetti - agosto 20, 2018
un viaggio nell'assurdo e dintorni,passando per i colori del cuore, da queneau a montasio no montascale no dai eugenio mortale,attraverso marinetti ela guida intergalattica per autostoppisti ma sempre di sguincio all'iperbole carpiata,ogni pezzo è uno schiaffo preso all'improvviso .ho fatto fatica a non mingermi nelle vestigia



Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più