Arriva Youcanprint Plus: le tue spedizioni Gratis in Italia, per sempre. Provalo Gratis per 15 giorni >
La transferrina desialata come marker d'abuso cronico d'alcol di Giovanni Polizzi, Calogero Gagliano
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: La transferrina desialata come marker d'abuso cronico d'alcol
  • Autore: Giovanni Polizzi, Calogero Gagliano
  • Data di uscita:2012
  • Pagine: 38
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788866185512
{DATI_FINE}
CARTACEO
€12,50 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
Vuoi riceverlo entro Mercoledì 12 agosto? Ordinalo subito
{DESC} Gli importanti effetti clinici e sociali dell'abuso dell'alcol hanno da tempo reso necessario sostituire indagini generiche atte a evidenziare la funzionalità epatica con markers tossicologici più specifici. La transferrina desialata (Carboydrate-deficient Transferrin - CDT) è un marker diagnostico estremamente sensibile e specifico per dimostrare la cronica assunzione di alcool. La transferrina è una glicoproteina di trasporto del ferro formata da una singola catena polipeptidica con due catene polisaccaridiche legate all'azoto. Queste catene polisaccaridiche sono ramificate con residui di acido sialico terminale. La transferrina umana è presente in diverse isoforme con gradi diversi di sializzazione. In seguito al consumo eccessivo e prolungato di alcol si riscontra un'aumentata presenza delle forme a-sialo, mono-sialo, di-sialo. Esistono varianti genetiche di transferrina che mascherano le glicoforme desialate e impediscono la quantificazione esatta della CDT. Con la metodica in HPLC è possibile discriminarle, evitando di fornire risultati falsi positivi.
 
Questo libro ha ottenuto N. 0 recensioni dai nostri lettori

Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più