CARRELLO

{{item.name}}
{{item.total|currency}}

Totale {{totalAmount|currency}}

Non hai ancora nessun articolo nel carrello.

Orme antiche, a nord del futuro

di Michele Cavejari (Autore)

Orme antiche, a nord del futuro di Michele Cavejari pubblicato il 2015

Informazioni editoriali

  • Titolo Orme antiche, a nord del futuro
  • Autore Michele Cavejari
  • Data di uscita 2015
  • Editore Youcanprint
  • ISBN 9788891189431

Recensioni clienti

5 su 5 stelle sulla base di 1 Recensioni
Da Michele Cavejari il 22 mar 2021
Pubblicazione cartacea

Il saggio propone un'attività di “speleologia” filosofica nelle trame del nostro immaginario, ovvero un'immersione nei concetti che popolano i fondali della nostra mente, al fine di comporre l'identikit dell'Occidente unitamente al "tipo d'uomo" che lo abita. Vengono pertanto passati in rassegna termini apparentemente trasparenti come crescita, salute, bisogno, educazione e progresso, per sondare dorsali e depressioni cognitive ove si nascondono assunti economicisti e scientisti. La riflessione oggetto del libro si sofferma in sostanza sui temi socio-politici dell'occidentalità, i medesimi stili di cittadinanza che, sebbene interiorizzati con associazioni positive mediante educazione e socializzazione, non per forza debbono seguitare a rimanere estranei ad un sereno esame critico. Se non altro, perché il processo con cui molte nocive pratiche quotidiane vengono normalizzate a titolo di “mali necessari”, tace il criterio di naturalizzazione ideologica che lo supporta: ossia, il dolce dispotismo delle liberaldemocrazie – direbbe Foucault – che fondando la prassi di riproduzione sociale sull'interesse personale dei singoli soggetti economici, omette l'incontinenza morale del cittadino, l'imperialismo culturale esercitato sul resto del mondo, lo sfruttamento ambientale, nonché le libertà delle minoranze criptate e silenziate. L'obiettivo del libro è allora cogliere i punti di fragilità di certi nostri ragionamenti, nonché l'arbitrarietà inficiante di qualsiasi punto di vista che si spacci come auto-evidente e irrefutabile; al fine di rilanciare la palla insieme a nuove sfide di tutela e libertà. In altre parole, le nostre opinioni sulla realtà non dovrebbero fungere da trincee, cioè a titolo di “verità pastorali” da utilizzare per metterci al riparo dalla “complessità” dei fenomeni o nell'intento mal celato di giustificare quanto più fa comodo. Al contrario, dovremmo mirare ad uno stile di cittadinanza curioso, riflessivo e civilmente indocile. In maniera congiunturale, dunque, a margine di una analisi critica sulla modernità e sull'ideologia della “crescita economica tout court” che animano le prime due sezioni del libro, viene altresì proposta una terza parte in cui si abbozza uno stile di cittadinanza "attiva e responsabile", pronta ad esercitare una resistenza appassionata, un'interrogazione radicale ai dispositivi di "potere". L'esercizio di contro-pensiero o contro-condotta che ne risulta, si fa così espressione di un quadro valoriale imperniato sull'autolimitazione; ove quest'ultima, lungi dall'essere sinonimo di insensibilità, rinuncia e distacco dal mondo, veicola piuttosto una questione di temperanza, padronanza di sé e cura degli altri. (l'autore)

Cartaceo EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
Link per acquisto audible non disponibile