Facebook

CARRELLO

Mancano {{remaingForFreeShipping|currency}} per ottenere le spese di spedizione Gratis

Totale {{totalAmount|currency}}

Non hai ancora nessun articolo nel carrello.
Lavorare in Italia

Lavorare in Italia

di Mario Mauro (Autore)

Come poter lavorare in Italia;

Quali possono essere i punti critici di intervento;

Quali prospettive future di crescita occupazionale.

Analisi  sulle deficienze strutturali dello Stato ed eventuali interventi riguardo la crescita del lavoro, una struttura burocratica-sindacale che non permette l'ammodernamento del Paese  e che  ostacola perfino i tentativi  politici di intervenire per attuare una riforma del sistema. Dall'altro una moltitudine di lavoratori giovani e meno giovani che premono per cambiare le cose e per avere  più opportunità in linea con una moderna società.

Informazioni editoriali

Data di uscita
2021
Editore
Youcanprint
Pagine
70
ISBN
9791220315166

Recensioni clienti

0 su 5 stelle sulla base di 1 Recensioni
Da Andreea il 02 feb 2022
Pubblicazione cartacea

Lavorare in Italia - Penso che il libro tocca molti problemi che l'Italia ha attualmente inerenti al lavoro. Oggi l'articolo 1 della Costituzione non penso che abbia molto valore. Come riportato nel libro il Pubblico Impiego viene privilegiato, gente poco competente copre le cariche per favoritismi o altro, ma allo stesso tempo anche gente molto preparata, piena di energie si trova a ricoprire un posto che demoralizza la parte attiva della persona. L'impiego pubblico dà una certa tranquillità economica ma penso che distrugga dentro piano piano. Entri dopo tanti concorsi e diversi spostamenti da città a città. Si perdono gli anni migliori ricorrendo dietro a niente. Penso che gli impiegati pubblici non siano cosi privilegiati, forse sarebbe meglio dire che le persone sono schiavizzate in un sistema che non vuole sicuramente il loro bene o la loro felicità. Gli insegnanti sono schiacciati a loro volta dallo stesso sistema. Merita davvero rincorrere questo tipo di lavoro ? Che poi si arriva dopo anni di studi, troppi ! Una volta finita l'università non basta, seguono stage, dottorati e altro ancora per arrivare dai 30 in su che tu ancora non hai mai lavorato veramente. Per quanto può piacere o no è l'economia nera che mette in movimento il sistema, quindi soldi non dichiarati, tasse non pagate e cosi via. Se lo Stato da una parte dichiara di volere il giusto dall'altra parte è il primo che corrompe. L' Italia non cambia perché non vuole cambiare dal punto di vista burocratico. Lo Stato chiede troppo ad ogni attività e il guadagno non esiste per molti imprenditori. Quindi l'organo principale che dovrebbe proteggere l'individuo è il peggior nemico. Allora mi chiedo lo Stato ci vuole liberi o schiavi?

Cartaceo EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
Consegna prevista: giovedì 13 ottobre
EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
Link per acquisto audible non disponibile
Youcanprint è la prima piattaforma Italiana di self-publishing

Youcanprint è la prima
piattaforma Italiana di self-publishing.

Youcanprint è da 5 anni consecutivi la prima piattaforma Italiana di self-publishing secondo l'Associazione Italiana Editori.

Dati AIE 2021 (Associazione Italiana Editori)