Facebook

CARRELLO

{{item.name}}
{{item.total|currency}}

Totale {{totalAmount|currency}}

Non hai ancora nessun articolo nel carrello.
Alfredo Maita

Alfredo Maita

                                  " Io sono la cura"

 è la mia seconda opera, la prima è edita da  Montecovello edizioni, e si  intitola

           “A proposito della mia vita” 

In questo libro racconto le mie esperienze e le emozioni introspettive che ho fatto e provato nel corso della mia vita, un racconto "crudo" e cruento ma capace di far aprire gli occhi e dare il giusto valore e tutto ciò che ci circonda. 

Badate, a volte siamo ricchi e non ce ne accorgiamo.

Voglio mettere qui di seguito le gratificanti opinioni di chi ha già letto questo libro 

Opinioni su “ A PROPOSITO DELLA MIA VITA”

 

Caro Alfredo,

 ho letto in un sol fiato, mercoledì notte, il tuo libro. Mi ha colpito nel profondo per l'intensità dei tuoi pensieri e per la capacità di sintesi che ti ha sempre caratterizzato. Durante la lettura la mia mente si è affollata di pensieri su di te, su di me, su quello che è la vita. Verso l'alba sono poi riuscito ad addormentarmi.

 Aveva ragione mio padre: " se vuoi chiedere un consiglio a qualcuno, chiedilo a qualcuno che nella vita abbia sofferto, ti darà la risposta + saggia , mai chiedere ad una persona che non abbia avuto grane perché non è cresciuto, è rimasto bambino."

 E per queste riflessioni  che ti ringrazio, perché sono le stesse cose che sento io, ma non ero ancora riuscito a elaborarle dentro di me con la  tua chiarezza e la tua sintesi:

grazie!

 Il destino ci ha riservato "qualche" problema di salute, ma è stato molto generoso sugli affetti: ho sentito l'altra sera un' atmosfera di amore vero di tutta la tua famiglia verso di te.

Quante persone "sole", specialmente oggi, con una salute di ferro, ma  con famiglie divise da invidie, incomprensioni, egoismi e stupidità: purtroppo sono tanti e con loro io non farei cambio.

 Un grosso abbraccio,

22/07/2010   Carlo Cavaglià  

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Un libro che mi ha toccato nel profondo, poiché  ho conosciuto parte  dei personaggi ed ho vissuto in prima persona alcuni momenti raccontati. Storia di vita, raccontata con forza e semplicità!

05/06/2010     Daniele  Curci

Ciao Alfredo, ti avevo già scritto tempo fa ... Finalmente ieri ho ricevuto il tuo libro e lo ho già letto ... E mi sa che ora lo ri-leggo. E' molto emozionante, è un libro che "lascia il segno", hai una forza eccezionale, non so cos'altro dire . Molto bella la figura di tuo padre, mi commuove... Quando racconti che ti preparava da mangiare, e poi la mattina del primo trapianto tutta la vostra emozione... e tua moglie che ti mostra le scarpine rosa ... che dire, ho pianto nel leggerlo, leggendo questa tua storia si capisce che cosa è il coraggio ... Grazie, ciao.

Ester Veneziano   05 gennaio 2011

 Un libro che "lascia il segno", emozionante, commovente, un padre così dolce e forte, l'immagine tenera di quelle due scarpine rosa, e il tuo grande coraggio ... Anche se ho pianto, sono felice di averlo letto.

Ester Veneziano  09/01/2011

Molto interessante leggere i pensieri  di Alfredo  raccolti in questo libro che si legge in un sol fiato.

 Ottimo esempio di come un essere umano deve comportarsi di fronte alle difficoltà, anche quando in gioco c’è  la tua stessa vita.

Affrontare le difficoltà con forza e dignità: Alfredo è così, nonostante tremende “soste forzate” si è sempre rialzato:  conduce una vita sociale, familiare e lavorativa brillante, di gran lunga superiore a tante persone con una salute di ferro.

Capace di costruire affetti forti e sinceri con familiari e amici,  poliedrico e fantasioso nel lavoro,  con la testa in continua attività vive il presente con intensità e passione senza  mai lamentarsi. 

 

Carlo Cavaglià                                                                                     Febbraio 2011

Gleide Dos Santos

Ho riletto "A proposito della mia vita". Si tratta di un libro da tenere sempre a portata di mano. Di grande forza spirituale, come uno dei Vangeli, testimone della resistenza di una giovanissima vita segnata dalla malattia e, nonostante tutto, pronta a ricominciare ogni volta da capo .Grazie alla forza dell'Amore. Una volta , tanto... tempo fa, ho letto un polster in tedesco dove si leggeva per ben cento volte in caratteri minuscoli "leben" (vivere) ed in fondo, in caratteri cubitali "ABER UBERLEBEN" "ma sopravvivere". Così è stata la vita dia Alfredo. Un continuo vivere e... sopravvivere. Ho riletto dei passaggi del libro con gli occhi appannati dalle lacrime... la figura del padre...la moglie....i figli adorati. Importante la riflessione sul rapporto tra pazienti e medici . A mio avviso, "A Proposito della mia vita" dovrebbe diventare al più presto un libro di testo obbligatorio alle Scuole Medie. Grazie, Alfredo!

11/03/2011  Gleide Dos Santos

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------Paola Sardas ho divorato il tuo libro...grazie x aver condiviso la tua vita." La sofferenza uccide l'anima e devasta la mente ma è solo attraverso essa che puoi rinascere e tornare a vivere".-

Paola Sardas     17/03/2011

Topic: libro di Alfredo Maita

    Postato: 28 Marzo 2011 alle 22:22

incuriosito dal Serplus, dopo anni di lotta con la malattia, Alfedo Maita mi ha regalato il suo libro: A proposito della mia vita.

Una storia iniziata all'età di 14 anni, non ancora conclusa oggi che è sposato con 2 figli.

Una storia come, forse, tante, ma che mi ha colpito per l'accanimento della malattia che si contrappone al suo accanimento alla vita.

La narrazione dei fatti è lucida, distaccata come di spettatore esterno, parallelamente poche parole descrivono i suoi sentimenti, da ragazzino che non riesce a frequentare la scuola, a padre che vorrebbe il futuro dei suoi figli. Solo brevissimi flash, ma che rimangono nel cuore. Mai c'è disperazione, solo una enorme forza di volontà a superare le difficoltà.

Così come in parete in montagna, sul monte Bianco, ci si accorge, all'arrivare del brutto tempo, di essere in grado di mantenersi perfettamente lucidi in grado di valutare le difficoltà.

Il libro si legge in poco più di mezz'ora, io l'ho letto in un volo aereo Roma Catania, ma la "lettura" non termina alla parola fine.

Come spesso mi capita, andavo ad una riunione di lavoro a parlare del "mio" Serplus, nel mio PC slide  con dati, riferimenti bibliografici, progetti di studi futuri, ma...

...quel libro racchiude un aspetto della malattia che non è rappresentabile con grafici o istogrammi, a cui non è possibile applicare analisi statistiche, e che, forse, è quello che vi spinge a leggere questo forum. 

Ma non è rabbia ne odio nei confronti della malattia o della vita, è solo desiderio di vivere, è solo AMORE per la vita e per le persone care.

Oggi che viviamo in un mondo che sembra venerare solo il dio denaro, pronto a consumare tutto, anche i sentimenti. Dove anche il rapporto uomo donna viene vissuto come bunga bunga, come solo sesso mercenario per entrare nel mondo della politica o dello spettacolo, forse solo chi soffre è in grado ancora di esprimere i sentimenti che per secoli ci hanno nobilitato.

 

Lo segnalo a voi in quanto l'ho trovato un giusto momento di riflessione: oltre ai dati tecnico scientifici la malattia nasconde altri aspetti, non meno importanti.

 28 Marzo 2011 alle 22:36  

 Dott. Paolo Mainardi

E' un libro bellissimo. Complimenti!  Lo citerò spesso.

Giuseppe  Remuzzi ( nefrologo) 16/09/2011

Vivo a Torino.

I miei contatti sono : cell. 3467055846

almarele@vodafone.it

 .


      

I Bestseller dell'autore