CARRELLO

  • {{item.qty}}x {{item.name}}
    {{item.total|currency}}

Totale {{totalAmount|currency}}

Non hai ancora nessun articolo nel carrello.

Il coraggio di una vita

di Alessandra Angelo Comneno (Autore)

La protagonista, Silvia, è una donna di ottantotto anni che vive con la badante. Ha due figli che sono tutta la sua vita e da cui si sente amata profondamente. La salute della donna è fragile e improvvisamente è colta da un malore più importante degli altri che sembra preannunciare la fine. Silvia è consapevole di essere alla fine della sua vita e, come tutti, teme il momento del distacco. Forse per esorcizzare la paura, si lascia andare ai ricordi. Durante quest’unico giorno ricostruisce, sia intimamente, sia insieme ai suoi figli, il passato. I ricordi che ne scaturiscono, in un’alternanza di emozioni, ora fantastiche, ora tragiche, rendono alla protagonista la certezza del suo vissuto, donandole quella pace interiore necessaria per affrontare il mistero della morte e, ai suoi figli, nelle cui mani ripone un segreto, la conoscenza delle proprie origini senza le quali è più difficile guardare al futuro.

Informazioni editoriali

  • Titolo Il coraggio di una vita
  • Autore Alessandra Angelo Comneno
  • Data di uscita 2020
  • Editore Youcanprint
  • Pagine 340
  • ISBN 9788831675895

Recensioni clienti

5 su 5 stelle sulla base di 5 Recensioni
Da Da Lettrice Per Passione-Blog (I lbri di Daisy) il 22 mar 2021
Pubblicazione cartacea

“La mia vita… lunga e piena di capitoli, proprio come un romanzo; ma, in fondo, la vita di ognuno è un romanzo e non è mai banale come alcuni vogliono far credere.” Alessandra Angelo-Comneno, Il coraggio di una vita, pag. 15 Vi piacciono i romanzi, dove tra le pagine scorre l’intera vita dei protagonisti? Vi piacciono quei libri, dove è il ricordo a rivestire un ruolo principale? Allora questo è il romanzo che fa per voi! VOTO: ♥♥♥♥♥ SINOSSI. Questa è la storia di Silvia, una donna di ottantotto anni che vive con la badante. Ha due figli che sono tutta la sua vita e da cui si sente amata profondamente. La salute della donna è fragile e improvvisamente è colta da un malore che sembra preannunciare la fine. Silvia, consapevole di vivere gli ultimi istanti della sua vita e temendo il momento del distacco, si lascia andare ai ricordi. Durante quest’unico giorno racconta a se stessa e ai propri figli i segreti del passato. I ricordi che riaffiorano non solo le daranno la possibilità di raccontare ai figli verità che erano state celate, ma le renderanno la certezza di aver vissuto appieno la sua esistenza. Silvia riesce così a trovare quella pace interiore necessaria per affrontare l’incognita della morte, riponendo nelle mani dei figli un segreto… LA MIA OPINIONE. E’ un libro che ripercorre tutte le tappe significative dell’esistenza di una donna, ormai giunta alla conclusione del suo percorso di vita. Una donna che ricorda la sua infanzia, quando ancora bambina andava a scuola con Lucia, quando era la sua mamma che per risparmiare le cuciva i vestiti. Ma ricorda anche le atrocità della seconda guerra mondiale e delle ferite che ha lasciato, non solo nei luoghi fisici, ma anche nell’anima. Ricorda un terribile episodio che le ha cambiato la vita e che ha deciso di non raccontare a nessuno. Racconta degli uomini che ha amato, dei figli che ama sopra ogni cosa. E’ la storia di una donna che ha attraversato profondi dolori ma anche grandi gioie e che tirando le somme è soddisfatta di aver vissuto una vita piena. Il protagonista. Silvia è una donna coraggiosa, nonostante la vita l’abbia messa fin da piccola alla prova, lei ha saputo reagire con quell’ostinazione e determinazione che le hanno permesso di andare avanti. Silvia è una donna che sa scegliere, che sa prendere le conseguenze delle proprie scelte. Silvia è una donna che ha sofferto, ma che ha saputo anche rialzarsi per amore delle persone che le stavano accanto. Silvia è una persona che sa amare, che ha amato tanto, che è stata amata allo stesso modo. Silvia potrebbe essere ognuno di noi che “gioca” all’altalena della vita. Quello che mi è più piaciuto di questo romanzo è, senza ombra di dubbio, il carico emotivo che accompagna tutto il corso della narrazione. Niente è lasciato al caso. Ogni parola, ogni immagine evocata, fa parte di un disegno più generale che l’autrice ha voluto creare, che è quello dell’emozione. La Angelo-Comneno è riuscita a creare un legame empatico tra lettore e protagonista. Non ci si può non affezionare a Silvia che vediamo crescere passo dopo passo, capitolo dopo capitolo. La scrittura. L’autrice utilizza una scrittura abbastanza fluida e scorrevole, a tratti nostalgica. Una scrittura magnetica con un forte potenziale introspettivo. Il romanzo si legge molto bene e velocemente e riesce a catturare e mantenere l’attenzione del lettore. Concludo dicendo che questo libro merita davvero tanto di essere letto. Storia e scrittura degni di nota. Altre citazioni… “Ancora oggi mi stupisco, come un bambino, ad ogni cambio di stagione e m’inchino muta i fronte alla natura, che incurante di tutto, continua indisturbata a fare il suo ciclo; noi uomini ci reputiamo superiori, ma siamo parte di essa e non ci rendiamo conto della nostra piccolezza, se non quando si manifesta con troppa violenza e non possiamo contrastarla o quando invece è dolce e ci rasserena, ma non siamo in grado di trattenerla”. “E’ curioso come, normalmente, parlando di malattie, soprattutto se terribili come il cancro, è sempre in relazione ad altre persone, come se, per qualche strana alchimia, noi ne fossimo immuni quando poi però, per caso, il male colpisce proprio noi, rimaniamo increduli e ci sentiamo come se stessimo subendo un terribile torto architettato, da chissà chi, nei nostri confronti”. “La nostra esistenza è simile a un’altalena che si muove nello spazio: quando sale, viviamo i nostri momenti migliori, quando scende, sono quelli più difficili a predominare e quando è ferma, assomiglia ai momenti di pausa che ci concediamo per riprendere le forze.”

Da Antonio Sapia il 22 mar 2021
Pubblicazione cartacea

Trattasi di un romanzo che si lascia leggere con facilità, ricco di una persistente vena poetica presente in ognuno dei 40 capitoli. Quando sembra che l’autrice si dilunghi in analisi d’ambiente o di esami introspettivi ci si accorge che non è così; ogni parola serve all’autrice per creare un ambiente per far meglio partecipe il lettore ai fabbisogni dello spazio e dell’anima. Affascinanti e sempre sobri scorrono gli eventi. L’accatastarsi delle emozioni che, pagina dopo pagina, potrebbero sembrare ridondanti, in effetti non lo sono; ogni parola contribuisce a creare il muro maestro dell’edificio “storia/coraggio di una vita”. Bellissimo e tenero, oltre ogni limite il primo incontro con Ian. La semplicità delle parole è il dovuto ad una storia semplicemente umana, forse acerba ma certamente poetica. Attorno alla porta del carrozzone, non si vedono ma ci sono miriadi di puttini che nascondono i corpi di due ragazzi che iniziano a scrivere la storia della loro vita! Silvia, la protagonista, sente che la morte gli è da presso e decide che non trapassare: o per lo meno non prima di aver fatto pace con il suo denso passato. In ogni pagina sciorina le sue memorie come fa la massaia quando stende al sole il bucato: con garbo e attenzione. Non teme il giudizio della luce, vuole che le sue memorie siano finalmente libere, non si fa scrupolo nel raccontare ai suoi parenti e soprattutto a se stessa, ció che non ha mai socializzato ad alcuno nello scorrere di una vita intensamente e coraggiosamente mantenuta segreta. Il romanzo é la storia di una donna orgogliosa e disponibile che, approdata alla fase finale del suo essere cittadina del mondo, sa che deve ancora dire molto per raggiungere (o riconquistare) la sua piena onestà. Silvia ha costruito la sua vita giorno per giorno, partendo dalla roccia delle sue disavventure. Lei è stata veramente capace di costruire il suo futuro partendo proprio dalle sue cocenti esperienze che, all’incauto lettore, possono apparire come sconfitte ma che tali non sono!. Con il suo romanzo, affascinante dalla prima all’ultima pagina, Alessandra Angelo-Comneno ci partecipa un’esistenza condotta con caparbietà e sprezzo del pericolo e ci fa testimoni allibiti di una vita nobilmente spesa.

Cartaceo EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
EUR {{current_price.toFixed(2)}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}} Risparmi EUR {{saved_amount}} EUR {{form.item.thisBook.listPrice.toFixed(2)}}
Link per acquisto audible non disponibile

Spesso comprati insieme

Il coraggio di una vita
+
Alleniamo la vita
Totale EUR 27.90
Questo articolo: Il coraggio di una vita, Pubblicazione cartacea EUR 16.00
Alleniamo la vita di Andrea Casalino, Pubblicazione cartacea EUR 11.90

I lettori hanno acquistato anche