Fiction

Bisogno di aiuto ?

esperto
Contattaci utilizzando la chat online in basso a destra o consulta le Domande più frequenti

Banner
Born to be Me di Viola Cinelli
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Born to be Me
  • Autore: Viola Cinelli
  • Data di uscita: 2020
  • Editore: Youcanprint
  • DRM: Assente
  • ISBN: 9788831676557
{DATI_FINE}
EBOOK
€3,99 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
{DESC} L'adolescenza è uno dei passi inevitabili e fondamentali verso la vita vera, forse quello più difficile da superare per Camilla, una ragazza schiva e poco incline ai sentimentalismi, che in linea con il suo carattere, sembra affrontare questo periodo con distacco e insofferenza. Ha una famiglia stabile alle spalle, resta fedele a pochi amici e ad un unico sconfinato amore per la sua moto. In sella ad essa riuscirà a superare diverse difficoltà, ma la vita si sa che riserva sempre nuove sorprese... a volte belle, altre volte brutte. Scoprirà la perdita, l'amore e l'abbandono. Proverà cosa sia il dolore in tutte le sue forme e tutti quei sentimenti intenzionati a farla crollare incideranno su di lei in modo totalitario. E lei, come dominerà tutto questo?
 
Questo libro ha ottenuto N. 5 recensioni dai nostri lettori
Lucia Santucci - ottobre 01, 2020 Recensione verificata
‘Born to be me’ di Viola Cinelli
Che cosa porta una persona a chiudersi al mondo e trovare in una moto la cosa più affidabile che possa esserci?
È la domanda che mi sono posta alla fine della lettura del romanzo dell’autrice. La breve storia di Camilla ci porta a percorrere il difficile mondo dell’adolescenza, quando gli elementi esterni poco collimano con il nostro stato interiore, con le nostre incertezze e con le nostre necessità. È un percorso che l’autrice fa scandagliando ogni sentire della sua anima, e con lei ci fa fare attraverso una narrazione scorrevole, diretta e coinvolgente. Gli ingredienti ci sono tutti: il dolore della perdita di una persona cara, indispensabile alla sua crescita, l’essere introversa con la conseguente incapacità di aprirsi agli altri, l’amore che entra nella sua vita come uno tsunami, travolgendola e cambiandole l’asse delle priorità. Poi la sofferenza di una grande delusione che le farà rivolgere con più intensità lo sguardo alla sua moto, l’unica a non deluderla mai, l’unica di cui veramente può fidarsi. Gli affetti familiari non mancano, ma lei ne recepirà in pieno il valore soprattutto quando rischierà di perdere il fratello. È un cammino quello di un’anima solitaria, quello che l’autrice ci racconta, che cerca dentro di sé una piccola porta da aprire per trovare un raggio di sole.
Interessante l’ambientazione e soprattutto la descrizione di un mondo che conoscevo poco, quello dei raduni delle moto. È stato piacevole scoprire quanta positività vi sia in quegli universi che spesso non prendiamo in esame nella nostra vita, perché lontani dai nostri schemi sociali. Trovare una sete di conoscenza e di cultura anche in questi modelli alternativi ai classici, mi ha piacevolmente sorpresa.
Quando alla fine del libro il lettore si ritrova a riflettere sulle situazioni descritte nella trama, e si pone delle domande che riguardano il mondo interiore, allora vuol dire che sicuramente ha lasciato qualcosa.
Non posso che consigliarlo per una lettura piacevole e una riflessione.
Lucia Santucci

Sabina Camani - settembre 28, 2020
“Born to be me”

Il corpo piegato in avanti, appoggiato alla moto che romba e vibra sull’asfalto. Il vento che batte sul viso e trascina via con sé il nero dei pensieri. Questa è la dimensione in cui Camilla, la giovane protagonista del romanzo, si sente se stessa, si ritrova; qualunque cosa accada, la sua moto è in grado di ridarle l’equilibrio che il mondo a volte le toglie. Questo bel romanzo di Viola Cinelli è una narrazione autobiografica. La sua protagonista però incarna gli angeli e i demoni dell’adolescenza in un modo così tenero, dolente e disarmante che la storia potrebbe essere quella di qualunque adolescente. Camilla ha una maschera dura, scontrosa, apatica. Nelle relazioni trova le difficoltà più grandi. Le riesce difficile qualunque effusione e le emozioni, il “troppo sentire”, la fanno vacillare. E forse questa è l’unica difesa che è riuscita ad erigere per proteggersi dal dolore che la perdita di una persona amatissima le ha inferto. Questo romanzo, inaspettatamente per una così giovane autrice, parla anche di individuazione di se stessi, del percepire la propria unicità anche in seno alla relazione con gli altri. Sarà infatti un amore appassionato; delicato come un petalo di rosa e inarrestabile come una bufera, a farle prendere atto di una parte di sé che non aveva mai conosciuto e che solo nello sguardo dell’altro le si è rivelata. Da quel momento in poi, Camilla aprirà gli occhi sul mondo, lo “vedrà”. Molto belle le ambientazioni che tra un raduno di motociclisti e una botta di adrenalina cavalcando le onde sulla tavola, portano il lettore quasi a sentire una eco di “beat generation”. Consigliato anche per la scrittura veloce, scevra da qualunque orpello letterario, diretta; come una corsa in moto “col vento che trascina via il nero dai pensieri”.

Sabina Camani

Viviana Sposito - settembre 10, 2020
Recensione a “Born to be Me” di Viola Cinelli.
Questo libro è uno splendido romanzo autobiografico.
Un’opera letteraria coinvolgente, appassionante.
La scrittrice si racconta con uno stile dinamico, fluido e un linguaggio fresco e misurato ma non riduzionista.
Il contenuto è ricco di delicate sfumature emotive e di profondi spunti riflessivi sui cambiamenti adolescenziali.
I dialoghi sono aperti, volti ad accogliere la quotidianità nelle sue diverse implicazioni: Amore, gioia, dolore, disagio per un distacco o abbandono.
La protagonista è una giovane donna, maggiorenne, che vive la fase della tarda adolescenza con forza vibrante e gentilezza dirompente, al contempo.
Camilla, questo è il suo nome, a causa di alcuni suoi atteggiamenti di disappunto nello svolgersi della storia può essere incautamente definita, dopo una prima lettura approssimativa, come ”selvaggia e indomabile”, giudizio quanto mai inappropriato e falso.
Lei è in realtà una ragazza dalla personalità riservata e dal carattere introverso che mediante la ricerca di movimento e libertà cerca di orientarsi a perseguire un equilibrio tra la vita passata, il presente come punto d’ancoraggio e il futuro: fonte di apertura per nuove situazioni, relazioni e legami.
In questo quadro di profondi mutamenti, percepisce tra l’altro che la natura dei suoi desideri sta cambiando e anche la maniera di soddisfarli. Infatti, oltre all'amicizia cui crede onestamente e profondamente e, all'attrazione imprescindibile per la sua moto che descrive con cura in ogni dettaglio, rappresentando la sua proiezione fisica e psicologica, scopre per la prima volta l’Amore avvincente e totalizzante.
Altresì un’altra grande opportunità di crescita è riscontrabile anche quando l’autrice, nell'incedere della narrazione, descrive la prematura dipartita di un congiunto della ragazza. Quest’ultima, sconvolta per il drammatico evento, ha il senso tangibile della perdita ma al contempo vive la tracciabilità della loro unione nella consapevolezza che il loro comune angolo di luce è l’anima nella profondità dell’esserci.


WLADIMIRO LA MANTIA - luglio 02, 2020
Brava. Un libro interessante. Argomento difficile, scritto bene. Incuriosisce il lettore. Accattivante e affascinante. Storie attuali di vita quotidiana. Consiglio vivamente tutti, di acquistare il libro. Ne vale la pena. Complimenti.
Ilva - giugno 08, 2020
Ho avuto il piacere di leggere questo meraviglioso libro che parla della vita di questa adolescente, Camilla. Curioso il modo in cui vive i sui drammi a volte legati solo all'età in forte contrasto con la potenza descrittiva ed il magone che invece ti lascia, nel raccontare i drammi reali della vita. E' un'altalena che ti porta su e giù in continuazione. E' un libro che ti rapisce, che ti fa innamorare per la dolcezza delle prime volte, di quelli che leggi tutto d'un fiato perchè vuoi sapere come va a finire. L'ho trovato profondo e romantico. Ben scritto davvero. Un finale inaspettato che, per chi è di lacrima facile, difficlmente riuscirà a trattenerle. Lo consiglio vivamente!


Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più