Arriva Youcanprint Plus: le tue spedizioni Gratis in Italia, per sempre. Provalo Gratis per 15 giorni >

Fiction

Bisogno di aiuto ?

esperto
Contattaci utilizzando la chat online in basso a destra o consulta le Domande più frequenti

Banner
Vale la pena? di Carla Corradi
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Vale la pena?
  • Autore: Carla Corradi
  • Data di uscita:2016
  • Pagine: 230
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788892640368
{DATI_FINE}
CARTACEO
€15,00 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
Vuoi riceverlo entro Sabato 14 dicembre? Ordinalo subito
{DESC} “Guardare un albero e sognare la foresta” è il titolo dell’immagine della copertina del libro nella quale si sottende un invito a passare dalla percezione dell’infinitamente piccolo, l’albero, ai grandi significati dell’esistenza, la foresta. L’autrice analizza la causa del dolore e il suo superamento, la ricerca della felicità; l’uso delle parole o del silenzio o del segreto. Ricerca poi negli oggetti che ci parlano delle persone che abbiamo amato e perduto l’indicazione di come ci accompagnino nel presente e possano sorreggerci nel futuro. È un percorso emotivamente intenso iniziato da un bisogno di dare significato ad avvenimenti personali apparentemente senza spiegazione, per cercare la quale Carla Corradi disturba la psicoanalisi, la filosofia, la fisica, la fisiologia del cervello e perfino il paranormale. Formula risposte, ma pone anche domande a cui il lettore, se troverà una qualche forma di empatia con quanto espresso negli eventi, può cercare di rispondere e che forse serviranno a dargli una più profonda comprensione della sua vita. Se si considera il tempo come un dono ritenga il lettore di averlo ricevuto dall’autrice che affida al caso l’indirizzo del destinatario, ammesso che il caso esista.
 
Questo libro ha ottenuto N. 4 recensioni dai nostri lettori
carla corradi - agosto 08, 2017
Cara Carla,

eccomi.

Sono entrato dentro il tuo libro come dentro qualcosa che mi appartiene. Non mi chiedo nemmeno come, perché, e il libro mi ha avvolto, senza pensarci molto. Giudicare, io? No. Ho sentito troppo l'argomento, se di argomento può parlarsi. Piuttosto è una vita, un brandello del dramma universale che noi viviamo, consapevoli o meno, e dentro cui tentiamo di agire, sentendoci talvolta quasi liberi, spesso oppressi, comunque sempre troppo piccoli davanti alla grandezza del dolore e della sua Bellezza. E tutto questo si sente nelle tue parole.

L'interrogativo del titolo può essere giustificato, nella tensione e nella condizione di costretta diffidenza in cui ci si trova così spesso davanti agli altri, ma è superfluo, perché quel che hai scritto lo sento come una realtà (o paradossalmente un' "assurda" realtà) a cui non è possibile voltare le spalle.

Quando le perdite e le sofferenze proseguono nel loro volerci per forza costruire sempre nuovi, sempre più stanchi e... forti, indubbiamente le nostre risorse e le nostre reazioni divengono sempre più fievoli, e ci si rivolge al di là di noi stessi. E qui voglio dirti, cara Carla, che ho sempre creduto, e l'ho scritto e l'ho detto pubblicamente, che la preghiera del laico (l'hai citata con un po' d'imbarazzo, mi pare) esiste, non meno che la preghiera del credente. Come dubitare di questo? Come potrebbe Dio non accettare la preghiera del laico, se questi in buona fede non si rivolge a Lui, ma vaga e cerca, e forse con maggiore sofferenza di chi crede, l'aiuto di una Superiore energia che lo comprenda?

Mi viene facile inviare un saluto alle persone che quei cari oggetti ti ricordano. Non ora ad 84 anni, ma già dalla mia ormai lontana giovinezza, io vedevo nelle cosiddette cose inanimate...

Le cose si fanno e non si dicono, lo so. Ma permettimi di dire quello che, se non fossi pressato da alcuni doveri, avrei potuto fare: parlarti di ogni pagina di questo benedetto, caro, "Vale la pena?"

Da me e da Livia un abbraccio,Giorgio.


carla corradi - gennaio 11, 2017
E' un libro che fa pensare, bisogna leggerlo due volte o tenerlo sul comodino per sfogliarlo ogni tanto. Affronta temi difficili, ma umani. (M.Corazzola)
carla corradi - gennaio 08, 2017
Dalla lettura del tuo libro si respira dovunque questa immagine del tuo nipotino biondo, questo lo fai sentire per tutto il libro, io ci ho visto il nocciolo di tutto, il punto che raccoglie la tua vita come il centro di una spirale. Questo centro ha il viso di un angioletto.
Questo è un libro IMPONENTE per tutto quello che tira in ballo, ma te ne sei resa conto? Hai avuto coraggio e sei riuscita a farti seguire nella lettura. E sono proprio contenta di esserci dentro, grazie! Anna Rebecchi


carla corradi - dicembre 09, 2016
Grazie per la strenna natalizia che ci regali nel 2016. Gli amici di Facebook potranno conoscerti meglio visitando la tua pagina. Questo libro di vita vissuta da una terapeuta professionale sarà senza dubbio interessante per chi ama l'introspezione psicologica, inserita nella cultura e nella vita attuale anche della famiglia. Aldo Maurina

Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più