Arriva Youcanprint Plus: le tue spedizioni Gratis in Italia, per sempre. Provalo Gratis per 15 giorni >

Fiction

Bisogno di aiuto ?

esperto
Contattaci utilizzando la chat online in basso a destra o consulta le Domande più frequenti

Banner
Lettere marziane di Cesare Bartoccioni
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Lettere marziane
  • Autore: Cesare Bartoccioni
  • Data di uscita:2019
  • Pagine: 96
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788831638555
{DATI_FINE}
CARTACEO
€15,00 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
Vuoi riceverlo entro Venerdì 02 ottobre? Ordinalo subito
{DESC} Terra, anno 8791. In un pianeta disgregato, devastato da eventi atmosferici estremi, immerso per un terzo dell'anno nel buio siderale, un gruppo di archeologi rinviene un fascio di strani carteggi di origine marziana, risalenti al XXV secolo terrestre, che paiono gettare una nuova luce sulla vita di allora. Chi li ha scritti e perché si trovano sulla Terra? Potrebbero essere la chiave per il recupero di un passato dimenticato, e forse anche per la comprensione di un presente che, da tempo, ha perduto le proprie radici? Gli archeologi iniziano il loro la-voro di decodificazione, che li porterà a una inaspettata rivelazione finale.
 
Questo libro ha ottenuto N. 1 recensioni dai nostri lettori
Altai - dicembre 06, 2019
L’autore, con la sua articolata produzione letteraria, ci ha ormai abituato a continui cambi di prospettiva, di genere e di stile. Con il suo ultimo lavoro, “Lettere marziane”, si confronta con il genere fantascientifico e lo fa con un romanzo in forma epistolare.
Una bella sfida da affrontare, perché tenere in piedi una storia che viene raccontata attraverso uno scambio di lettere, tenendo avvinto il lettore, non è per nulla facile! Cesare Bartoccioni questa sfida coraggiosa la vince in scioltezza, grazie al tono leggero e intelligentemente ironico con il quale affronta temi di assoluta rilevanza e grazie a una sapiente distribuzione, nel testo delle lettere, delle informazioni fondamentali per la comprensione della storia.
E’ così che il lettore si ingolosisce e tira dritto fino alla fine, lettera dopo lettera, in un crescendo di curiosità, fino all’epilogo che qui, per ovvi motivi, non sveliamo.
L’autore immagina che nell’anno 8791, nel pianeta Terra ormai devastato da eventi atmosferici estremi, un gruppo di archeologi rinviene un certo numero di lettere di origine marziana, risalenti al XXV secolo terrestre. E’ questo l’espediente narrativo che consente a Cesare Bartoccioni di fare un’analisi a tutto tondo della nostra società vista dal di fuori con tutte le sue irragionevolezze, contraddizioni, tic e derive autodistruttive.
Kilo, il protagonista della storia, è un giovane marziano che ha lasciato il suo pianeta per emigrare sulla terra, dove lavora in un centro per il trattamento dei rifiuti. E’ lui l’autore delle lettere, inviate alla mamma, all’amica Mella e all’amico Darri, giovani scienziati che stanno indagando su alcuni strani fenomeni che rischiano di mettere in serio pericolo la vita su Marte. In queste lettere, dicevamo, tutte le assurdità della nostra attuale organizzazione sociale, del nostro apparato di valori e di principi etici, vengono analizzati in modo chirurgico e spietato: i politici in cerca solo del consenso, ossessivamente testato con i sondaggi e volto soltanto a conservare sé stessi e i propri privilegi, il condizionamento operato dai media televisivi e dai social, la resistenza ad adottare comportamenti più eco-compatibili, l’inquinamento, l’enorme problema del trattamento dell’enorme mole di rifiuti prodotta dalle società moderne e tanto altro ancora.
Non scampa alla feroce ironia dell’autore nemmeno l’imperversante moda dei programmi di cucina in Tv, con chef assurti a vere e proprie stars dello show business, che nelle “lettere marziane” vengono sintetizzati nella figura di Lenni, uno strambo cugino di Kilo, che, dopo varie peripezie, si fa chiamare Chef Lenni e, naturalmente, decide di scendere nell’agone politico terrestre.
Naturalmente non sveliamo il finale di questa storia, ma vi assicuriamo che la lettura delle lettere spesso vi farà sorridere, perché è inevitabile non riconoscersi, noi tutti, negli atteggiamenti “terrestri” messi alla berlina da Kilo, ma poi il sorriso lascerà spazio alla riflessione e, come la madre di Kilo, ci troveremo a scuotere la testa sconsolati: come abbiamo potuto arrivare a questo punto!
In questo senso ogni lettera è da leggere e gustare con lentezza, lasciando il giusto spazio alla comprensione del significato profondo che l’autore ha voluto dare a ciascuna di esse.
Infine una nota per la scrittura utilizzata dall’autore, che, di libro in libro, appare sempre più matura e consapevole, bella nitida ed essenziale, senza un rigo fuori posto.
Una lettura che di certo non lascia indifferenti. Un lavoro ottimo, che merita i nostri complimenti!


Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più