Fiction

Bisogno di aiuto ?

esperto
Contattaci utilizzando la chat online in basso a destra o consulta le Domande più frequenti

Banner
Cyborg 1.0 di Roberto Serafini
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Cyborg 1.0
  • Autore: Roberto Serafini
  • Data di uscita: 2014
  • Editore: Youcanprint
  • DRM: Assente
  • ISBN: 9788891138453
{DATI_FINE}
EBOOK
€1,99 €1,79 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
{DESC} Cambridge, 20 giugno 2020. Nel giorno della sua laurea, John Miller deve affrontare due eventi drammatici che lo cambieranno per sempre. Philadelphia, 21 ottobre 2030. La Cyborg Corporation si prepara a lanciare sul mercato una nuova generazione di androidi, progettati dall'ingegnere John Miller. Il prototipo Venus sembra pronto per fare il suo ingresso tra il mondo degli umani. Mancano solo alcuni test finali, che John vuole condurre personalmente. Per questo trascorrerà qualche giorno da solo con la sua creatura...
 

Offerte speciali e promozioni

  • Il codice coupon 988196 è stato già applicato a questo libro per uno sconto del 10%
Questo libro ha ottenuto N. 3 recensioni dai nostri lettori
Tessaro Franco - maggio 17, 2017
John Miller è un giovane ambizioso e dopo la laurea viene assunto da una ditta costruttrice di robotica. Anni di studi e progettazioni per riuscire a realizzare il suo sogno: costruire la macchina perfetta, un nuovo androide da mettere sul mercato. Purtroppo la perfezione non esiste neppure nel corpo umano, così commette il suo più grande errore: deve togliere la vita. Quello che commette però non è un delitto, è una forma riparatrice, un abuso di potere, la presunzione di sostituirsi a Dio. Mentre leggevo ho rivisto il mio passato, anch’io impegnato in impianti robotizzati, dove la perfezione era sempre la principale ricerca; semplificare le fatiche umane. Ma è proprio di questo che ci parla Roberto Serafini, ci mette in guardia, ci avvisa di non scherzare con la cibernetica. Robotizzare, creare qualcosa che sostituisce l’uomo, significherebbe creare enormi disoccupazioni, un’ulteriore povertà a quella che già affligge il mondo. Ma questo non riguarda le multinazionali, il loro scopo è solo quello di aumentare i capitali, aumentare il potere, per aver sempre più controllo sull’essere umano fino a renderlo schiavo. John Miller ha creato questa macchina con lo scopo di aiutare e per qualcosa effettivamente c’è riuscito, ma si è dimenticato, che anche lui è fatto di carne ed ossa, ha una coscienza ed il libero arbitrio del pensiero. Una lettura interessante e in qualche momento avvincente. Il libro racconta i fatti vissuti ai piani alti di chi lo comanda, coloro che calpestano il suo pensiero ignorando una cruda realtà, senza sapere che il pensiero di John è condizionato da qualcosa a cui non erano preparati: …può un essere umano innamorarsi di un automa? Amore, sofferenza, momenti di gioia, non impediscono allo scrittore di continuare a scrivere, di porre fine ad una storia che, sembra fantastica, ma che di fantastico ha solo il nome : CYBORG 1.0. Il nome di una macchina? No! Il nome dell’inizio alla distruzione
Rosalba Vangelista - luglio 14, 2015
Può una macchina metterci di fronte a noi stessi?
Questa non e' solo una storia che parla di fantascienza, ma una storia che ci porta a riflettere sui sentimenti umani. Scritto magistralmente, questo romanzo corre veloce sotto lo sguardo curioso del lettore che ne apprezza la forma, la trama ed il messaggio profondo che si trova tra le sue righe. Ho apprezzato lo stile di Roberto che non ha nulla da invidiare ai grandi scrittori pubblicati con grosse case editrici. Il suo romanzo e' portatore di introspezioni e ricordi con cui il protagonista dovrà fare i conti. Una di quelle storie che ti lasciano dentro qualcosa, un insegnamento, un messaggio di vita da conservare gelosamente dentro di noi... Complimenti a Roberto, non vedo l'ora di poter leggere gli altri suoi romanzi, sicura di trovare sempre splendide letture.

Laura Latini - febbraio 25, 2015
Questo è un libro che si legge velocemente perché la storia è interessante ed originale ed è scritto in modo scorrevole.
Al di là del contenuto fantastico, le vicissitudini del protagonista ci insegnano a non essere presuntuosi e ad apprezzare di più il mondo che ci circonda e soprattutto a non sacrificare l'amore delle persone care per raggiungere un successo che si presenta, poi, effimero ed illusorio.


Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più