Pervigilium Veneris di Pio Mario Giuseppe Fumagalli
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Pervigilium Veneris
  • Autore: Pio Mario Giuseppe Fumagalli
  • Data di uscita: 2019
  • Editore: Youcanprint
  • DRM: Assente
  • ISBN: 9788827865439
{DATI_FINE}
EBOOK
€4,99 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
{DESC} Il Pervigilium Veneris (“La veglia di Venere”) è un carme latino di cui non conosciamo né data né autore. L’operetta, nel corso del tempo, è stata attribuita agli autori più diversi, da Catullo (I sec. a. C.) a Lussorio (VI secolo d. C.): la conclusione più ragionevole è ormai quella di considerarlo un carme adespoto. Anche la data è incerta: gli ultimi studi lo pongono fra il II e il IV sec. d. C.: in quest’ultimo caso il carmen si potrebbe considerare una delle ultime preziose gemme (o l’ultima) della letteratura latina pagana. L’operetta consta di 93 versi, di cui 11 sono costituiti dal ritornello: “Domani ami chi non ha mai amato, e chi ha amato domani ami”. – L’ignoto autore doveva certamente possedere una grande doctrina, una cultura che spaziava dall’origine della letteratura latina e greca fino ai suoi tempi; era in grado di armonizzare il sermo familiaris con il linguaggio aulico, creando un impasto raffinato e originale. Lo sfondo del carme è Ibla, in Sicilia, e il Pervigilium è un’esaltazione della figura di Venere, dell’amore e della primavera nell’imminenza della celebrazione notturna della dea. Ma negli ultimi, inattesi, versi, alla gioiosa attesa delle rose-fanciulle, al clima di festa imminente, si oppone l’io poetico, che si sente come una persona esclusa da tutto ciò ed è costretto ad un enigmatico, incomprensibile silenzio.
 
Questo libro ha ottenuto N. 0 recensioni dai nostri lettori

Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più