Facebook

CARRELLO

{{item.name}}
{{item.total|currency}}

Totale {{totalAmount|currency}}

Non hai ancora nessun articolo nel carrello.
Ciro Vernuccio

Ciro Vernuccio

Ciro Vernuccio nasce a Roma, l’11 luglio del 1960, nel caratteristico quartiere di Trastevere. È qui che frequenta le scuole elementari e vive la sua infanzia, mostrando da subito un carattere molto sensibile che nel tempo farà emergere il suo animo romantico-nostalgico. Negli anni del liceo, inizia a suonare il basso elettrico passando per 3 gruppi musicali dal genere rock progressivo e jazz-funk scrivendo per loro diversi testi di canzoni tra il 1975 ed il 1986. La passione per il basso elettrico rimane, nonostante la sua esperienza musicale termini prima del compimento dei 30 anni. Durante gli anni in cui ha frequentato l’Università inizia un racconto autobiografico “Cosa resterà di questi anni ’80”, in cui ripercorre le sue esperienze ed emozioni vissute dai tempi del liceo sino all’incontro con la persona che diventerà sua moglie, sottolineando le invidie già presenti tra ragazzi ed i fraintendimenti che ne scaturiscono. Una lunga pausa, a parte qualche poesia o pensiero scritto in forma di racconto breve, fino ad arrivare tra il 2000 e il 2002, anni in cui scrive una fiaba per bambini “Il Fiore e la Bambina” , ispirata alla loro purezza d’animo ed alla speranza, ed un romanzo romantico “Uomini Soli”, ispirato alla solitudine interiore degli uomini e alla forza dell’amicizia paragonabile a quella dell’amore. Nel 2008, subito dopo la morte di suo padre, ha una nuova ispirazione ed inizia a scrivere “Oltre lo Specchio”, un noir fondato sull’analisi dell'interiorità umana, spesso nascosta, che rimarca quanto gli eventi vissuti nell’infanzia determinino poi il carattere dell’adulto. La stesura del libro subisce una lunga pausa e solo nel 2015, dopo la morte di sua madre, riprende per poi essere portato a termine nel 2016. Oltre lo Specchio, viene pubblicato nel dicembre del 2018 e a settembre 2019 viene fatta una nuova pubblicazione con rivisitazione della copertina. Quest'Opera resta, al momento, l’unica che l’autore ha voluto pubblicare, per condividere con i lettori un momento di riflessione sulla complessità e al contempo sulla fragilità dell’animo umano.

I Bestseller dell'autore