NOVITA': Abbiamo tagliato i costi di conversione ebook del 70% per sempre: 0.10 per epub normale, e 0.25 per layout fisso!

Business ed economia

Bisogno di aiuto ?

esperto
Contattaci utilizzando la chat online in basso a destra o consulta le Domande più frequenti

Banner
I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e migrazioni di massa di Ilaria Bifarini
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e migrazioni di massa
  • Autore: Ilaria Bifarini
  • Data di uscita:2018
  • Pagine: 200
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788827809822
{DATI_FINE}
CARTACEO
€15,00 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
Vuoi riceverlo Giovedì 27 settembre? Ordina subito
{DESC} Dopo il successo del primo libro, “Neoliberismo e manipolazione di massa. Storia di una bocconiana redenta” (2017), che vende migliaia di copie ed è da tempo in vetta alle classifiche online dei trattati di economia, l’autrice prosegue il percorso di ricerca e di critica al pensiero unico economico. “I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e migrazioni di massa” allarga l’orizzonte dell’influenza della dottrina neoliberista all’ambito internazionale ed esamina le cause del mancato sviluppo del continente africano. Il lettore sarà sorpreso nello scoprire che le misure economiche imposte dal Fondo monetario internazionale e dalla Banca mondiale ai paesi del Terzo Mondo sono le stesse oggi riproposte agli Stati dell’Unione Europea. Se non verrà posto un limite all’applicazione universale di un modello economico rivelatosi fallimentare lo scenario che si prospetta a livello globale è quello di una “terzomondizzazione” dell’Occidente e di una globalizzazione della povertà senza frontiere.
 
Questo libro ha ottenuto N. 0 recensioni dai nostri lettori

Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più