Business ed economia

Bisogno di aiuto ?

esperto
Contattaci utilizzando la chat online in basso a destra o consulta le Domande più frequenti

Banner
Capitalismo a doppia valvola di sicurezza di Ermanno Cavallini
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Capitalismo a doppia valvola di sicurezza
  • Autore: Ermanno Cavallini
  • Data di uscita:2017
  • Pagine: 72
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788893329132
{DATI_FINE}
CARTACEO
€12,00 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
Vuoi riceverlo Martedì 20 novembre? Ordina subito
{DESC} Partendo da una analisi delle motivazioni sottese al comportamento dell’uomo economico, il testo propone soluzioni concrete per risolvere il problema della eccessiva concentrazione della ricchezza e ridurre la forbice sociale ricchi-poveri. L’analisi, anamnesi e diagnosi, su cui fonda la teoria è basata su un approccio interdisciplinare che coinvolge: la psicologia, nella ricerca della felicità che modifica gli obiettivi delle ricette macro-economiche da applicare; sociologia e teoria clinica, laddove dimostra “disturbati” i “selvaggiamente ricchi” e deleteri i comportamenti da essi adottati come classe; la cibernetica, nell’analisi dei sistemi complessi; etica e morale, quando definisce i criteri di distribuzione del reddito; ed infine antropologia e genetica, trattando di evoluzione e di “meme”. Da sottolineare la novità di approccio sistematico e di metodo: la struttura del lavoro è interdisciplinare, ma condotta con il rigore necessario a validare le connessioni logiche tra i vari comparti. Quest’opera prende posizione e propone tesi, supportate da ampia e autorevole documentazione. Una proposta inusuale in costante divenire, basata sul concetto di “intelligenza collettiva”.
 
Questo libro ha ottenuto N. 2 recensioni dai nostri lettori
Guido Dalla Casa - settembre 02, 2017
Mi sembra che la proposta contenuta nel libro possa funzionare. Non mi sento di fare ulteriori commenti data la mia scarsissima competenza in tema di economia. Sono completamente d’accordo sul fatto che il legame fra la cosiddetta “ricchezza” e la “felicità” (o la serenità mentale) diventa inverso molto presto (più ricchezza, meno felicità): a questo proposito, è interessante l’esperimento in atto in Bhutan, dove è stato introdotto il GNH (Gross National Happiness) al posto del superatissimo e controproducente P.I.L.
Alberta Rocco - febbraio 10, 2017
LA DOPPIA VALVOLA DI SICUREZZA PER UN MONDO MIGLIORE
Quando si incontra questo libro, la prima domanda che chiunque si fa è: “Capitalismo “a doppia valvola di sicurezza”? E cos’è questa doppia valvola di sicurezza?”. Il titolo, forse, rischia di incontrare qualche pregiudizio da parte degli oppositori del capitalismo in generale, che potrebbero pensare che si intenda difendere e magari confermare – seppure in una qualche nuova forma – bontà e validità del sistema capitalistico tout court. L’autore invece, con l’obiettivo di immaginare e formulare una possibile organizzazione della società degli uomini più equa e giusta – senza però inseguire sistemi totalitaristici già sperimentati o teorizzati e tanto inefficaci quanto non auspicabili – ha inteso partire dal sistema capitalistico che permea da qualche secolo la nostra società per cercare di individuare ed elaborare una soluzione alla iniquità che il sistema capitalistico intrinsecamente contempla e alle storture di ordine etico e sociale che alimenta. La soluzione sta appunto nella “doppia valvola” proposta, che viene trattata nella parte centrale del libro, la seconda, e ulteriormente dettagliata e spiegata anche in alcuni paragrafi della terza (il libro è suddiviso in tre parti, ciascuna articolata in vari paragrafi). Perché possa trovare compimento questa soluzione – che l’autore non presenta solo come una teoria astratta, ma elaborandola già nei vari aspetti per una sua concreta realizzazione – quel che serve prima e soprattutto è un nuovo orientamento culturale, che potrà avere origine e svilupparsi solo grazie ad una presa di coscienza e consapevole “visione d’insieme”: e proprio questo è il principale e dichiarato obiettivo dell’autore, che ha fondato anche un gruppo Facebook intitolato “Nuovo orientamento culturale”, promuovendo incontri e dibattiti su questa sua proposta e sui temi inerenti. Un nuovo orientamento che si può perseguire iniziando a conoscere e a divulgare dati e realtà di fatto, già oggetto di studi scientifici ma poco noti ai più, quali il “paradosso della felicità”, il funzionamento dei sistemi complessi, alcune dinamiche della psicologia sociale, il problema ecologico e la finitezza delle risorse.

Il testo – denso di concetti, dati e considerazioni – propone una soluzione inedita, pur mostrando come alcuni pensatori e politici di un passato antico e più recente, con i loro scritti e le loro esperienze, vi abbiano posto le basi andando in questa stessa direzione. Altro elemento peculiare di questa opera è anche la sua natura di open source: l’autore promuove la partecipazione attiva a questa elaborazione, presentando la sua proposta come aperta e in costante aggiornamento e perfezionamento, invitando a formulare modifiche ed integrazioni, in un’ottica di “intelligenza collettiva” grazie alla quale si può arrivare ad un risultato che non è semplicemente la somma delle idee di ciascuno, ma piuttosto un’Idea migliore. Questa elaborazione condivisa, inoltre, è anche intesa a favorire una presa di coscienza e una riflessione il più possibile scevra dagli schemi mentali di riferimento ormai acquisiti (e soprattutto indotti), che possa portare a sviluppare una visione d’insieme più ampia e orientata con maggiore lungimiranza ad incidere efficacemente sul futuro, cominciando dal presente.


Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più