La nottola di Minerva di Flavio Amico
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: La nottola di Minerva
  • Autore: Flavio Amico
  • Data di uscita:2017
  • Pagine: 322
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788892677821
{DATI_FINE}
CARTACEO
€19,50 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
Vuoi riceverlo Martedì 27 novembre? Ordina subito
{DESC} Ogni ricostruzione del passato è sempre una rappresentazione del presente, perché nei modi con i quali recuperiamo i ricordi e li riorganizziamo nella memoria, attribuendo loro un senso, non facciamo altro che proiettare noi stessi che veniamo da quel passato, che ci appartiene, ma a partire dal presente nel quale viviamo. Rammentandoci come eravamo e cosa è successo, noi non facciamo altro che raccontarci come siamo qui e ora, nel presente. Il collante siamo noi stessi, è la nostra soggettività. Il nostro Sé attuale, in continua ridefinizione, rimodella costantemente il passato e gli dà nuovo senso.
 
Questo libro ha ottenuto N. 1 recensioni dai nostri lettori
Ester Veruschi - ottobre 23, 2017 Recensione verificata
Credo fermamente che certi libri siano già in sé sminuiti dal sostantivo "libro". Questo è un racconto-a terzi e a sé stessi-dall'autore all'autore stesso, dal lettore al lettore stesso, che "vede" e si rispecchia in alcune pagine, ma soprattutto scopre e si scopre. Scopre un periodo, un passato, una storia, così mal raccontati e così stranamente giunti a noi. Le BR non si studiano a scuola. Le carceri non si studiano a scuola. Se ne parla in qualche casa e poi bisogna ricucire i pezzi tra amici per dare un senso a un passato così vicino a noi. Ma come ce lo spieghiamo se non ce ne parla chi ha pensato, elaborato, studiato, vissuto, ripensato, rivalutato tali momenti? Come può una ventenne come me dare un senso alla propria "spinta al cambiamento" se non può sentire chi di cambiamenti ne ha fatti e vissuti così? Grazie professore per la chiarezza e la lealtà e onestà mostrate in questa autonarrazione, per l'esempio che dà con questo suo chiaro ripensare per dare senso a una serie di storie così tanto apparentemente lontane ma in realta così legate. Ogni conseguenza ha in sé una serie di cause e queste cause hanno avuto una conseguenza precisa per delle scelte e per delle coincidenze di spazio e di tempo che potevano portare solo a quello. Che poi quel "quello" possa essere sbagliato, se ne riparlerà. E questo riparlarne non tanto ammettendo gli errori, quanto rivalutando i fatti, è per me sinonimo di "potenza" dell'essere umano, sul quale ognuno di noi dovrebbe puntare.
Questa narrazione è scorrevole, a tratti quasi tediosa, ma l'autore specifica i perché nelle primissime pagine. E consiglia addirittura cosa leggere in base agli interessi. Io l'ho letto tutto. Perché volevo sapere cosa spingeva un ragazzo a diventare brigatista, cosa lo spingeva a esserlo, cosa provava nella sconfitta e come è essere un ex BR. E poi come è stato il percorso che ha portato una persona a rivalutare così il proprio passato. Al punto di mettere insieme tutti questi fili per creare un futuro nuovo e ricco per sé, per la propria famiglia e per una famiglia nuova, più grande. Le BR non erano altro che la messa in pratica dei nostri sogni adolescenziali, solo che lì si faceva davvero e... si falliva per motivi egregiamente spiegati e criticati. E qui chiudo, criticare viene da crescere. Criticare per trovare una via di uscita anche dove apparentemente non c'è, come in carcere. Studiare per capire e ragionare. Crescere e creare, ricreare, formare, trasformare, fare proprio, adottare. Commoventi le meteore, e la loro descrizione.
Consigliata la lettura a chi vuole scoprire un punto di vista interno nel nostro passato e vuole andare oltre certi pregiudizi.
Ester


Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più