Arriva Youcanprint Plus: le tue spedizioni Gratis in Italia, per sempre. Provalo Gratis per 15 giorni >
Diritto di replica per la bellezza della vita da vivere di Grazia Carolfi
 
Valuta questo libro:
Informazioni editoriali {DATI}
  • Titolo: Diritto di replica per la bellezza della vita da vivere
  • Autore: Grazia Carolfi
  • Data di uscita: 2018
  • Editore: Youcanprint
  • DRM: Assente
  • ISBN: 9788827812150
{DATI_FINE}
EBOOK
€4,49 Aggiungi al carrello
Disponibilità immediata.
{DESC} Diritto di replica è il racconto di un’esperienza drammatica, che nel 2010 ha cambiato drasticamente la vita della protagonista, proiettandola prima nell’incertezza di sopravvivere e poi in una condizione di vita a metà, privata della libertà di muoversi come prima e di sperimentare autonomamente tutto ciò che apparteneva al suo quotidiano. La violenza della prova a cui Grazia è sottoposta è descritta dal punto di vista fisico e psicologico e il momento dell’ictus segna un preciso momento dal quale lei deve ripartire da capo, forte di risorse che non credeva di possedere, per ricostruire un nuovo sé. Nella sua nuova esistenza saranno solo le cose che contano a sostenerla davvero: l’amicizia di Milena, il ricordo degli affetti da sempre serbati nel cuore, l’amore per la vita, la voglia di combattere per rinnovarsi ogni giorno e gioire, il desiderio di ritornare ad essere padrona di sé, superare il limite e portare alla luce il proprio potenziale. Nel rispetto di se stessa Grazia trova anche un profondo rispetto per il prossimo, e dopo aver perso la propria vita, quella alla quale si era dedicata per 53 anni, ritrova una personalità in grado di mettersi alla prova superandola, riemancipandosi per poter badare a se stessa in autonomia. Diritto di replica è dunque una preziosa testimonianza, un inno alla vita e al coraggio, che ha molto da insegnare a chi troppo spesso ignora quali sono le difficoltà a cui una persona colpita da ictus e il suo caregiver vanno incontro.
 
Questo libro ha ottenuto N. 1 recensioni dai nostri lettori
Roberto Bosi - febbraio 18, 2019
Personalmente non ho mai letto fino ad oggi un libro autobiografico come questo. La protagonista, Grazia, una donna giovane e bella, con una vita dinamica e anche gratificata professionalmente, racconta come ad un certo istante, sia stata messa a dura prova dal sorgere inprovviso di una malattia. Questo evento la porrà drammaticamente di fronte alla necessità ineluttabile di non soccombere, riprogettando completamente la sua vita. Bene descrive anche luci e ombre del percorso di cura all’interno del Servizio sanitario nazionale e di quanto sia un aiuto concreto, avere la fortuna di possedere una discreta disponibilità di denaro per potersi curare al meglio.

L’eccezionalità della storia, sta nella forza con la quale lei, partendo dall’analisi impietosa e oggettiva di quanto l’ictus le ha tolto riducendola allo stato di “zombie”, abbia saputo ribaltare la sorte in senso positivo, evitando di annegare nel baratro dello sconforto.
Il forte disagio fisico ed esistenziale posto dalla malattia, non ha avuto la meglio su di lei, al suo spirito forte ed alla incondizionata disponibilità nel sottoporsi a tutte le cure riabilitative.

Descrive cronologicamente anche la storia della sua vita: la famiglia, le amicizie, il lavoro e gli affetti. Emergere la fotografia di una società un tempo più vera, non contaminata da alcuni degli effetti negativi introdotti dagli strumenti di comunicazione digitale odierni. La protagonista è stata in grado di trovare il legame di continuità del passato col presente, anche alla luce di una capacità di interpretare la realtà oggettiva sulla base del suo orientamento politico e della sua laicità. Ancora oggi impiega le sue energie con spirito determinato e perseverante paragonabile a quello dell’atleta sportivo che si prepara tutti i giorni instancabilmente. Non dedica il suo tempo soltanto a sé, ma anche al prossimo, prova è, quella di avere scritto un libro come questo, utile a far riflettere sullo scopo della vita. L’obiettivo di Grazia è quello di volere superare le limitazioni fisiche, imparando a raccogliere dalla vita tutto il piacere possibile.
In definitiva, il messaggio che si coglie dal libro riguarda tutti noi: lottare ogni giorno, ciascuno per la propria quota parte e per le proprie possibilità, per affermare il diritto alla salute, al miglioramento delle proprie condizioni materiali e sentimentali: in una parola, rivendicare il diritto alla felicità.


Scrivi una recensione
Si deve essere connessi al sito per poter inserire una recensione. Registratevi se non avete ancora un account.

busy
 

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più