FILIPPO
 
 FILIPPO ZERINI nasce a Firenze 26 giorni dopo la tragica alluvione del 1966, la famiglia abitava in via Erbosa al primo piano, l?acqua melmosa supera di trenta centimetri il soffitto, sono tempi bui e durissimi, si riparte con ?niente” in mano. Due anni dopo, con un mutuo ?per tutta la vita?, il Padre Mario riesce a comperare casa, sono gli anni della ?Via Gluck? di Celentano, anche Firenze ha la sua Via Gluck, ed i luoghi comuni classici. Mi ricordo che da bambino, sapevo riconoscere i radicchi selvatici, poi raccolti nei campi assieme alla mamma Franca, ricordo degli alberi carichi di ciliegie, di albicocche, i fichi, l?uva: dove adesso “strombazzano” autobus urbani alle auto parcheggiate in quarta fila: ?qui una volta era tutta campagna!?. Si giocava  a calcio per le strade, due giubbotti a terra, fatta la porta; si scelgono le squadre, ginocchia insanguinate abrase sul duro asfalto, si gioca a nascondino, guardie e ladri in bicicletta, poi il fuoristrada, i salti sulle cunette di terra con la “Graziellina” di mia madre, risultato: gliela porto divisa a metà dentro una busta dell’immondizia!  Ma ancora i SUV hanno da nascere, ci sono le  600, 850, 127, la Uno, ma siamo già all?adolescenza, con la Uno si va a ballare al Concorde a Chiesina Uzzanese, le prime ragazze ?grandi?, le donne. Ma per adesso si va tutti in moto, la grande passione, con il gruppo di amici di allora, Maurizio, Damiano, Franco, Filippo, Alessandro, si fanno le pratiche per ottenere la Licenza di pilota FMI, categoria Enduro Cadetti. Annata 1984 disastrosa, ma sono le prime gare, nel 1985 ancora  una moto usata si, ma era considerata “la moto”. L?anno inizia con le selezioni per il Campionato Italiano, si torna all?Elba!  Marzo 1985, vi dice qualcosa? Beh, la neve all?Elba l?avranno vista tre volte, bene, quell’anno lì è una delle “tre”. Disastro totale, anarchia, invece che sul Monte Capanne sembra di essere sull’Eiger in parete nord, caos e gara praticamente annullata, le classifiche dicono che hanno vinto gli Elbani tutte le categorie, è strano, ma che volete insinuare? Un crescendo inesorabile, nell’inverno successivo, viene chiamato (e considerato) tra le giovani promesse dell’enduro italiano, alla  frequenza del corso Federale di pilota.  “Bello carico”, nel marzo 1986 si torna all’Elba, a Procchio,  per la prima gara di Campionato Toscano, fango come ad una “sei giorni” in Scozia, in Val Forcioni si “naviga” nei “canaloni” pieni di fango liquido, ma il risultato è incoraggiante, secondo posto, poi anno dopo anno, matura come il buon vino,  a parte il 1987 passato in caserma per la naja obbligatoria, il 1988 è l?anno del trionfo: Campione Toscano Enduro Cadetti classe 80 su moto TM, partecipazione al Campionato Italiano con buoni risultati nei primi dieci, sempre! Il padre Mario, appassionato di fotografia (e qui fate attenzione, inizia tutto!).  Parlando di fotografia seria, gli anni precedenti lasciamoli pure perdere, si compera la novità dell?anno: la favolosa Nikon F801, poi negli anni fanno il loro seguito: F90, F90x, F100, prima di passare a “miglior vita”, ha regalato a Filippo la F801, per quasi venti anni sarà la sua macchina fotografica, cose fatte per durare. Ma i soldi sono sempre pochi, nel 2006 passa al digitale, con una D80 e poi (usata), riesce a comperarsi l?ammiraglia D2Xs con tanti “aiutini” di mamma Franca, iscritto al Photo Club Mugello ha partecipato a molteplici mostre collettive e personali, quella su Rio nell?Elba è il progetto più ambizioso, anzi, è ?Il Progetto?, mostra più libro, che se tradotto, anche multilingue, cosa volete in più dalla vita? Filippo Zerini nasce a Firenze, da famiglia modesta, di figli di Contadini (1) per cui, quando arriva l?estate va in vacanza dagli zii a San Casciano in Val Di Pesa, dove  cresce tra polli e conigli, vede la battitura del grano, le semine, orti, fagiani, lepri, corre di qua e di là nei campi con il cane ?Ambo?, bastardino con cui lega tantissimo, ma voi direte: ?E cosa ci viene a fare all?Isola d?Elba, anzi a Rio nell?Elba, ma narriamo, siamo nei primi anni settanta,  ci viene con la famiglia qualche volta nella tarda infanzia ha questo ricordo un poco vago, si ricorda del carcere di Porto Azzurro, dove i carcerati vendono i loro oggetti artigianali, oggetti che restano in casa per anni, il padre comprava di tutto, le cose per turisti erano tutte sue, fu così che al carcere si compra una pergamena dove ricordo fosse scritto così: ?Se c?è rimedio, che ti arrabbi a fa? E se rimedio non c?è, che ti arrabbi a fa??, una filosofia che entra in testa, per sempre.  Poi un pochino più grandicello nell?adolescenza, si riaffaccia a Capoliveri, un gruppo di amici, ancora la moto, ma “chopper” sono i tempi della scoperta di miti cinematografici, capelli alla Peter Fonda in ?Easy rider?, poi ?Blues Brothers?, di un film che forse piace solo a lui: ?Fandango?, con la colonna sonora indimenticabile di Elton John, un giovanissimo Kevin Kostner.  Questo dura qualche anno, poi di nuovo lontano, via dall?Isola d?Elba, ma è durante questo periodo che per la prima volta arriva fino a Rio nell?Elba, un?amica mentre si recano a Rio gli spiega: ?Pensa, ci sono ancora i lavatoi, una atmosfera quasi magica, mi par di sentire ancora i canti delle lavandaie?.  Al ritorno a Capoliveri, ci sta ascoltando mentre raccontiamo di Rio e dei lavatoi, un Elbano ?vero? di Capoliveri, sostiene che non è mai andato più in là di San Felo!   E’ pazzesco (ed ha più di cinquant?anni!), come se un Fiorentino raccontasse di non avere mai visitato Fiesole e non andare più su di San Domenico. Ma torniamo ai lavatoi di Rio, forse si cantava in estate, era un piacere quell?acqua della sorgente dei Canali freschissima, ma dopo, passati ottobre, novembre, secondo me si sentivano parecchio le bestemmie per via delle mani fredde, dei geloni e dell?acqua ghiacciata d?inverno, ma sono punti di vista, intervengo io. Mi chiamo Filippo Zerini, autore delle fotografie, di questa presentazione, ed anche del libro intero, collabora il poeta Erminio Moccia con le sue splendide poesie. Beh il titolo nasce da una storia d?amore, anzi dall?Amore, conobbi la mia fidanzata Michela, nell?ottobre 1996, i fatti a raccontarli, a volte sembrano coincidenze incredibili, ma vi assicuro essere veri, non starò a particolareggiare, ma il fatto è successo a Firenze, sono nato e cresciuto a Firenze, sono “mugellano” di adozione, ed a trent?anni suonati annuncio alla famiglia che me ne vado a vivere con Michela in Mugello, ma siamo appena al Natale successivo, quello del 1997, mio padre ci guarda interrogativo: ?ma non tornate proprio più??. Beh, aveva  ragione, due ?ragazzini? indifesi di appena 31  e 28 anni dove vogliono andare?  ?Il mondo così cattivo se li mangerà vivi!? Infatti, Michela e Filippo sono sposati da 13 anni, hanno avuto due figli: Angela e Francesco, con tre gatti per casa, Aisha, Silvestro e Buck, vivono felicemente a San Piero a Sieve. Si, lo so, che ancora non vi ho detto perché amo Rio nell?Elba, lo so, ma abbiate pazienza, perché non vi  leggete il libro?                   Filippo Zerini 
I bestseller dell'autore
La storia di Firenze siamo anche noi
Libro cartaceo
€ 39,90
#Parkinson e dintorni
Libro cartaceo
€ 10,90
Rio nell'Elba, del perché mi piace ed altri racconti
Libro cartaceo
€ 16,00
 
Le ultime recensioni dei lettori
Al momento non sono ancora presenti recensioni.

 
I libri di FILIPPO (4 libri trovati)
Ordina le opere per: cartaceo | ebook | audiolibro | tutti
ROMANZO DELLA VITA DI GENTE COMUNE Cartaceo
  • Titolo: ROMANZO DELLA VITA DI GENTE COMUNE
  • Autore: Filippo
  • Data di uscita:2019
  • Pagine: 220
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788831606943
{DATI_
Un romanzo di fantasia, un piccolo paese della provincia pisana, Saline di Volterra, il racconto descrive la vita intorno alle miniere di sale, ma i personaggi girano il mondo, Toni se ne va...
Libro cartaceo
€ 16,00
La storia di Firenze siamo anche noi Cartaceo
  • Titolo: La storia di Firenze siamo anche noi
  • Autore: Filippo Zerini, Stefano Trambusti
  • Data di uscita:2018
  • Pagine: 508
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788827855348
{DATI_
"Che cosa era la regolarità?" Domanda imbarazzante che vostro figlio potrebbe rivolgervi dopo aver visto qualche fotografia in bianco e nero di moto un poco "strane", vere "accozzaglie home...
Libro cartaceo
€ 39,90
#Parkinson e dintorni Cartaceo
  • Titolo: #Parkinson e dintorni
  • Autore: Filippo Zerini
  • Data di uscita:2016
  • Pagine: 118
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788892624580
{DATI_
L'autore di questa opera, Filippo Zerini, si è ammalato di morbo di Parkinson circa dieci anni orsono. La vita si è complicata molto da allora, però con l'esperienza acquisita, ha imparat...
Libro cartaceo
€ 10,90
Rio nell'Elba, del perché mi piace ed altri racconti Cartaceo
  • Titolo: Rio nell'Elba, del perché mi piace ed altri racconti
  • Autore: Filippo Zerini
  • Data di uscita:2014
  • Pagine: 156
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788891132666
{DATI_
Rio nell'Elba, del perché mi piace ed altri racconti di Filippo Zerini pubblicato il 2014  ...
Libro cartaceo
€ 16,00

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per saperne di più