Facebook

CARRELLO

{{item.name}}
{{item.total|currency}}

Totale {{totalAmount|currency}}

Non hai ancora nessun articolo nel carrello.
ANDREA BONANNO

ANDREA BONANNO

ANDREA BONANNO, nato a Menfi (Ag), risiede e lavora a Sacile (Pn). Ha iniziato ad esporre all’età di sedici anni in una mostra, vincendo il primo premio e, fin dal 1966, é stato presente a livello nazionale, con partecipazioni a molte rassegne che lo vedono vincere molti premi. Pittore e scrittore svolge da anni un’intensa attività pittorica e letteraria, spaziando dalla poesia alla critica d’arte e di letteratura, partecipando a molte manifestazioni nazionali ed internazionali e ottenendo lusinghieri consensi ed importanti riconoscimenti tra i quali: “Artista dell’anno”, Milano 1988; I° Premio ‘Giorgio Vasari”, 1989; I° Premio Internazionale “Artisti per l’Europa, I Grandi dell’Arte Italiana”, La Spezia, 1990; I° Premio della critica; “I Geni dell’Arte”, Salsomaggiore Terme. Nel 1988 è stato nominato, “Professore d'Arte Onorario” della scuola di Storia dell’Arte di Fidenza (Parma), in riconoscimento dei meriti culturali conseguiti per la sua attività artistica e del rilevante contributo dato dal suo operato allo sviluppo della cultura italiana. Infatti la sua produzione artistica si é distinta per un'altissima capacità di ricerca ed una qualità tecnica professionale ed artistica non comuni le quali, accompagnate dall'impegno culturale con cui ha da sempre operato, hanno consentito all'Artista di conquistare una posizione di primo piano nel mondo e nella cultura dell'Arte contemporanea. Collaboratore di svariate riviste e periodici, è autore di diversi volumi pubblicati e di altri ancora inediti. Nell'ambito della critica letteraria, sua é la nuova ipotesi esegetica della "verifica trascendentale" per la lettura critica di opere letterarie e pittoriche, intesa quale via metodologica riflessivo-verificale per la ricerca e la fondazione di un'unitarietà psicologica e trascendentale (sovrapersonale) dell'anima dell'uomo. Ha fatto parte della redazione della rivista "L'Involucro", dal novembre 1994 fino al luglio del 1997, anno della morte del direttore Pietro Terminelli, che ha segnato pure la fine della storica rivista letteraria, pubblicando il commento alle 21 liriche de "Lo schiaccianoci" dello stesso ed una monografia. Della sua attività letteraria si sono interessati: Aoristias, Beniamino Vizzini, Antonio Magnifico, Mariella Risi, Silvio Vitale, Giovanni Ianuale, Giovanni De Noia, Domenico Defelice, Anna Rita Zara, Andrea Ovcinnicoff, Carmine Manzi, Nicola Venanzi, Saverio Severi, Salvatore Porcu, Mario Meozzi, Lucio Zinna, G. P. Tonon, Silvana Folliero, Pietro Mirabile, Nunzio Menna, Mauro Donini, T. Cauchi, G. Luongo Bartolini, Mariella Risi, Giovanni Cristini, Alex De Nando, V. Gasparro, Dino Papetti, Domenico Cara, Daniele Giancane, Antonio De Marchi-Gherini, Sandro Bongiani, Guerino d'Alessandro, A. Sandron, Gianluca Bocchinfuso, Gianna Sallustio, Giulio Palumbo, Giuseppe Bonaviri, Giuseppe Perciasepe, Rino Giacone, Carla Fiorino, Guido Cecchi, Alberto Cappi, Franca Alaimo, Italo Tomassoni, Luciano Cherchi, Giovanna Modica, Demetrio Paparoni, Carmelo R. Viola, Giorgio Di Genova, Luigi Galli, Vittoriano Esposito, Giovanni Amodio, Giorgio Saviane, Maria Grazia Lenisa, Pietro Terminelli.

I Bestseller dell'autore